Powered by WP Bannerize

Womenonbike

Cascata delle Marmore: alla moto ci pensa Dino!

Oggi vi propongo un itinerario completo per andare a visitare il sito delle cascata delle Marmore con qualche comodità  in più se …. “alla moto ci pensa Dino“. Il modo più comune  di visitare il sito delle cascate è quello di spostarsi in moto o in auto tra i due belvedere, quello superiore e quello inferiore. Il bello, invece, sta proprio nel godersi gli spettacoli della natura lungo attraverso i sentieri del parco, quasi immergendo i piedi nell’acqua o facendo deliberatamene un doccia d’acqua gelata.

Una intera giornata nel parco della cascata delle Marmore

A questo genere di esperienza sarebbe opportuno dedicare un’intera giornata, senza aver fretta. Occorre recarsi  in moto fino al parcheggio della alla biglietteria del belvedere superiore solo per staccare il biglietto e prenotare la visita al “balcone degli innamorati”. lasciare la moto in un parcheggio non custodito un’intera giornata…. ti lascia sempre un pò in ansia anche alla cascate delle Marmore .

Associazione “Marmore vive”

Comprato il biglietto giornaliero  (9 euro), riprendete la moto e uscite dal grande parcheggio. Girate a destra e, passando su un ponte, svoltate alla prima traversa a destra che incontrate. Percorrete questa stradina fino in fondo: vi troverete davanti una casina con una tettoia, una panchina e un cartello con la scritta Associazione “Marmore vive”. In questa casina all’ingresso della cascata delle Marmore c’è Dino, una persona aperta, solare, un’ospite squisito.  In una giornata di caldo afoso vi sembrerà un angelo mandato dal cielo.


Alla moto ci pensa Dino!

Dino vi farà parcheggiare la moto all’ombra sotto la tettoia o, se siete in gruppo, nello slargo sterrato e recintato sul retro di casa sua (a occhi e croce ci stanno anche 10 moto). Le vostre moto rimarranno sorvegliate per  tutto il tempo necessario, al riparo da sguardi indiscreti. Il bagno è pulitissimo e Dino ospiterà le vostre giacche guanti e caschi sul divano al fresco. Vi spiegherà come si sviluppa il percorso nel parco della cascata delle Marmore e se tornate zuppi perché avete fatto la doccia sotto l’acqua gelida della cascata vi metterà a disposizione una stanza per  cambiarvi .

Attrezzatura

Nel bauletto della moto portate scarpe da trekking, pantaloncini e maglietta: basta cambiarsi da Dino  prima di scendere alla cascata. Un piccolo zaino con acqua da bere, anti pioggia e panino  è tutto ciò che serve.(Lungo il percorso ci sono aree attrezzate per il pic nic e anche bar se volete comprare sul momento qualcosa da mangiare).

I percorsi


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La discesa alla cascata delle Marmore, attraverso i diversi percorsi, è abbastanza agile se fatta con calma: solo scale (scavate nella roccia o di terra o di cemento o di ferro o di legno). Vi consiglio di cominciare a scendere al suono  prima sirena quando ancora non sono aperte tutte le condutture dell’acqua: vedere il salto nel vuoto -con pochissima acqua – di questo spettacolo della natura è impressionante. Poi basta attendere qualche minuto e la potenza dell’acqua vi impressionerà. Man mano che si scende verso valle l’incontro ravvicinato con le piccole cascate intermedie è davvero emozionante. Vale la pena percorrere tutto il tragitto n 2 stando ben attenti a non scivolare: l’acqua nebulizzata arriva fino ai piedi! Attraverso il tracciato n. 1 si arriva al laghetto e lo spettacolo della natura tra acqua alberi e fiori è unico.

Scendere fino a valle

Vi consiglio di spingervi più a valle del laghetto, percorrendo il percorso segnato in viola nella mappa. Solo dal belvedere basso si gode dell’intera visione della cascata con tutti e tre i grandi salti. Nel parcheggio del belvedere basso è possibile trovare il bus navetta che ritorna in cima. Ma occorre fare attenzione, il servizio non funziona tutti i giorni. In biglietteria al belvedere alto, prima di scendere, occorre informarsi Se il servizio navetta è funzionante. Tornare su a piedi non è di tutto relax, ma con qualche sosta in più e senza fretta si può fare (tanto c’è Dino che custodisce la moto in cima alle cascata delle Marmore).

Non dimenticate di “fare un tuffo” nella cascata dal balcone degli innamorati. Indossate gli anti pioggia prima di entrare nel tunnel. Dal balcone si vede un po’ la cascata ma più che altro si sente: si passa vicinissimi -quasi sotto – e ci si bagna irrimediabilmente!

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.