Womenonbike

Nuova Zelanda 2020. Con la Honda nella terra dei Maori

Il fascino di una natura straordinaria

CON UN'HONDA NELLA TERRA DEI MAORI
Uno dei tanti paesaggi attraversati da una strada

Chi non vorrebbe essere protagonista di una cavalcata di 4.000 km con un’Honda nella fantastica terra dei Maori? Chilometri di curve da assaporare tra vulcani, parchi termali, oceano, foreste lussureggianti e ghiacciai. Questo Paese ad ogni curva lascia senza fiato per lo stupore dei suoi panorami. 

CON UN'HONDA NELLA TERRA DEI MAORI
Tipiche cassette delle lettere

Fiordi, ghiacciai, vulcani, geyser, sorgenti termali, deserti alpini, cascate, laghi color smeraldo sono solo alcuni incredibili regali che la natura riserva a chi passa da lì con l’animo pronto a un’esperienza assolutamente nuova.

CON UN'HONDA NELLA TERRA DEI MAORI
L’oceania

Queste due isole dai paesaggi strepitosi – la Nuova Zelanda del Nord e del Sud – hanno culture e tradizioni totalmente diverse dalla nostra.  Dopo l’Australia la Nuova Zelanda è la seconda nazione più importante dell’Oceania. La terra neozelandese è in buona parte montuosa e collinare; le vette raggiungono anche i 3.700 metri. Tanti sono i vulcani attivi ma l’eruzione dei primi di dicembre 2019 non mi ha scoraggiata nell’intraprendere questo tour!

CON UN'HONDA NELLA TERRA DEI MAORI
Le due isole della Nuova Zelanda

Occorre poco

Una patente internazionale, un buon tour leader, due giorni e mezzo di viaggio con tre voli, una moto nuova di zecca che mi aspetta all’arrivo. È bastato poco per trovarmi dall’altra parte del mondo, ad Aukland, pronta per il grande viaggio con un’Honda nella terra dei Maori! Prima di iniziare il viaggio però serve una buona dormita, dopo tante ore di volo. Un cinque stelle – lo Stamford Plaza Auckland – mi accoglie con il classico comfort che la categoria prevede. In ottima posizione, centralissimo, permette di raggiungere tutti i luoghi più caratteristici della città. a pochi minuti a piedi sono nella via principale e alla Sky Tower. Colazione ottima, varia e abbondante, piscina, spa e palestra al decimo piano sono ciò che serve per rimettersi in sesto prima del grande tour. (5 stelle 160 euro circa  la deluxe room).

Il primo impatto con la mia nuova amica

Il Dealer Honda  di Aukland alla fine di dicembre sarebbe stato chiuso per le vacanze natalizie. Per me ha fatto un’eccezione: il dealer Botany Honda  è stato disponibile a consegnarmi  la mia nuova compagna di questo viaggio: una Honda CB500X

CON UN'HONDA NELLA TERRA DEI MAORI
Honda e libertà

La piccola si presenta performante e aggressiva con la sua ruota anteriore da 19″ in alluminio pressofuso a sette razze sdoppiate e il manubrio biconico rialzato. nel guardarla, prima di salire in sella, ho notato subito il mono-ammortizzatore a tubo singolo con pistone maggiorato (tipico in effetti delle moto di segmento maggiore). Scoprirò se garantisce efficienza a pieno carico. La sella di questa piccola di casa Honda, alta 83 cm da terra, ha una forma molto arrotondata che mi ha permesso di poggiare i piedi a terra con facilità. L’ho tirata su dal cavalletto laterale: i suoi 197 kg (col pieno di benzina) non si avvertono. Forse perché ha un baricentro abbastanza basso (181 mm da terra) o forse perché sono abituata a gestire una moto più pesante. Simpatia a prima vista!

CON UN'HONDA NELLA TERRA DEI MAORI
La piccola Honda

Guido tranquilla nel traffico cittadino con più prudenza del solito negli incroci e nelle immissioni nelle rotonde (guida a sinistra). Auckland sorge su diverse colline ed è un susseguirsi di salite e discese sulle quali prendo i primi contatti con la mia nuova amica bicilindrica e con la terra dei Maori.

CON UN'HONDA NELLA TERRA DEI MAORI
in ascensore con le moto

Per parcheggiare la Honda nel garage dell’albergo devo essere accompagnata dall’addetto: il garage ha 10 piani e non ha rampe: si sale  in ascensore direttamente con le moto. Parcheggiata la moto si esce al piano, proprio quello della camera. Figo!  Lascio la motociclettina lì  a dormire tranquilla: da domani inizia il grande raid nella terra dei Maori, oggi mi godrò Aukland!

Aukland

Auckland è la città più grande, più vivace e più interessante della Nuova Zelanda. L’elegante zona del centro della città è cresciuta grazie alle ultime due America’s Cup che si sono svolte nelle vicine isole del Golfo di Hauraki. Auckland è sicuramente la più internazionale delle città neozelandesi anche perché nei suoi sobborghi meridionali vi è la più alta concentrazione di Polinesiani al mondo. L’Auckland War Memorial Museum, dedicato alla cultura Maori e il New Zealand National Maritime Museum, dedicato alla vela (una delle passioni nazionali) sono due dei musei più importanti da vedere. Passeggiando su Queen Road, la strada delle grandi firme, raggiungo in pochi minuti la Sky Tower.

Giro intorno alla torre alla ricerca dell’ingresso. Non immaginavo che occorresse entrare all’interno dello Sky City Hotel che ha l’ingresso proprio accanto alla torre, scendere nel sotterraneo con la scala mobile che sta nella hall, seguire le indicazioni blu fino alla biglietteria. 36 dollari neozelandesi per arrivare in pochi minuti fino in cima al 60°  piano per godere della vista a 360 gradi sulla città.

Solo guardandola dall’alto ci si rende conto di come questa città si sviluppi sul diverse colline, e quanto sia estesa e verdissima.

 

Con 4 dollari neozelandesi in più si fa un biglietto per tornare in cima alla torre una seconda volta, per una visita notturna. Incantevole!

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.

Continua la lettura dell'articolo, registrati gratuitamente a Womenonbike

registrati o esegui il login