Womenonbike

Ducati Diavel 1260

Il nuovo Ducati Diavel 1260 arriva a nemmeno dieci anni dal primo, mostrando tutta la sua possente linea a metà tra una muscle cruiser e una performante maxi-naked.

I prezzi

Ducati Diavel € 19.990/ Ducati Diavel S € 22.990

Ducati Diavel
Il nuovo Ducati Diavel 1260 e lo scarico 2 in 1

Questa moto è pensata per chi ha una forte personalità e lo vuole dimostrare. Sembra la moto di Batman, ma a dispetto delle proporzioni, resta agile.

Estetica

Con luce diurna a U, corpo serbatoio in tre pezzi e maxi gomma posteriore da 240 mm, l’anteriore massiccio e imponente si snellisce sul posteriore;  la sella, comunque, è ampia e comoda anche per il passeggero.

Molto bello lo scarico: un 2 in 1 con corpo a camere e due terminali.

Gli allestimenti…

Ducati Diavel S

Il Diavolo veste… sospensioni Öhlins dorate e completamente regolabili; sella premium dedicata e cerchi lavorati dal disegno esclusivo.

La sella si impreziosisce con un fregio metallico che integra il nome della moto.

…e i tre pacchetti

  • Sport: alluminio e carbonio la fanno da padrone, sottolineando la tempra aggressiva e sportiva
  • Touring: valigie in primis, sebbene non molto capienti, per concedersi il compromesso tra il viaggio e la linea sportiva
  • Urban: dedicato al percorso cittadino, pieno di dettagli in alluminio che impreziosiscono il design “muscoloso”

La colorazione del nuovo Diavel 1260

Carrozzeria Sandstone Grey e telaio Charcoal Black

La S è prodotta anche nelle colorazioni speciali  Dark Stealth & Thrilling Black  con  telaio Ducati Red

Ducati Diavel 1260 S
Ducati Diavel 1260 S con telaio Red

Accessori

Tanti: dal poggiaschiena per il passeggero al cupolino fumé. Si consiglia di consultare un catalogo dettagliato – o il sito – per la lista completa.

Motore & Ciclistica

Questo diamante nero monta un motore Ducati Testastretta DVT 1262 con sistema Desmodromic Variable Timing

L’elettronica la fa da padrone: basti pensare all’assistente alla derapata

La nuova moto reinterpreta la precedente con un design curato e moderno; il telaio a traccio e le larghe prese d’aria in acciaio alloggiano un motore testastretta DVT 1262da 159 CV a fasatura variabile (sapientemente lasciato in vista dagli ingegneri di Borgo che hanno nascosto il catalizzatore e ridisegnato lo scarico dedicato): accelerazione grintosa ma l’erogazione è fluida.

La S inoltre si caratterizza anche per le pinze freno Brembo M50, il proiettore full LED con sistema DRL oltre che per il raffinato cambio senza frizione Ducati Quick Shift up/down Evo e ruote specifiche.

Insomma, come dice il nome, è un “oggetto” diabolico che va maneggiato con cura ed è necessario “aprire il gas” con coscienza

La Diavel è una muscle bike. Ha una bella cilindrata che permette di divertirsi ma anche un look e una concezione total relax, dedita a lunghe “passeggiate”. Versatile, non disdegna di farsi accompagnare in curva anche con brio, sfatando il mito che per “piegare” ci vogliano le carenate.

Il peso è importante (oltre i 200 kg) che non si sentono anche grazie al baricentro basso. Con la sua altezza media, il Diavel è adatto a qualsiasi statura. Quindi sì alle lunghe passeggiate in coppia o alla “sparata” sul passo anche da sole.

Questa moto è uno status symbol. Un prodotto premium  come si evince dal prezzo e dalla cura dei dettagli.

Come una donna matura che sa il fatto suo.

Tanto bella che ha creato un trend: basti pensare alla Benelli 502c, la copia con gli occhi a mandorla della blasonata bolognese.

© 2019, MBEditore, riproduzione riservata.